Apparizioni e Collaborazioni TV

Valerio-MastandreaLa storia di Valerio Mastandrea non è delle più facili, segnata da un’adolescenza difficile, passata con la madre dopo la separazione dei genitori.

La prima apparizione sul piccolo schermo avviene a 20 anni, nel 1992, al Maurizio Costanzo Show. Da lì inizia anche la carriera di Valerio, prima nel teatro (1993) e poi al cinema (1994). Approda qualche anno più tardo a Quelli che… il calcio, una delle trasmissioni sportive più importanti del nostro panorama, oltre che una delle più longeve (Mastandrea è, infatti, grande tifoso della Roma).

Oltre che in tutta una serie di film, di cui abbiamo parlato nella sezione dedicata alla filmografia, Valerio Mastandrea ha preso parte anche a diverse serie per la TV, a cominciare da “I ragazzi del Muretto” nell’episodio “Sangue e Amore” nel ruolo di Marcello.

Altre apparizioni e partecipazioni sono quelle in “Infiltrato” di Claudio Sestieri nel 1996, “Da cosa nasce cosa” di Andrea Manni nel 1007, “Gli insoliti ignoti” di Antonello Grimaldi nel 2003, “Buttafuori” di Giacomo Ciarrapico nel 2006, la puntata “Una giornata particolare” della serie “Boris” di Luca Vendruscolo nel 2007 e nella serie “Non pensarci” di Lucio Pellegrini e Gianni Zanasi nel 2009.

Singolare è anche la partecipazione a vari videoclip musicali, come “Supercafone” di Piotta nel 1999, “La descrizione di un attimo” e “Due destini” dei Tiromancino l’anno seguente, “Bada” dei Flaminio Maphia nel 2002, “Solo per te” di Riccardo Sinigallia nel 2003, “Gino e l’alfetta” di Daniele Silvestri nel 2007 e “Guantanamera” della Banda Bassotti.

Nel 2007 prende anche parte ad una puntata della famosa trasmissione comica di Ale e Franz “Buona la prima”, in cui Valerio mette in mostra tutta la sua verve comica “gettandosi” tra le mani di due degli interpreti comici più bravi della TV italiana.

Tante le partecipazioni TV per un attore che non si fa davvero mancare nulla, dalle serie TV fino ai programmi comici, senza dimenticare i clip musicali.

Si tratta di una cosa che dimostra la versatilità di Mastandrea, che anche al cinema è riuscito a ricoprire con successo diversi ruoli, avendo, in ogni momento e con ogni interpretazione, un successo enorme, tanto che è stato insignito nel corso della sua carriera di diversi premi, tra cui il David di Donatello.

Leave a Comment

Current ye@r *